La Multispesa Geniale a casa tua

La grande Famiglia si allarga!

25 gennaio 2022

Rossetti Market accende i motori e supera i 100 dipendenti

L’azienda di Alseno acquisisce la storica “vicina di casa” Aylmer Motors

 

La Rossetti Market, il megastore del Ducato situato ai confini delle province di Parma e Piacenza,  ha acquisito la Aylmer Motors di Alseno,  azienda leader sul territorio nazionale nel settore dell’aftermarket – automotive per il marchio Land Rover.  Una scelta che porterà l’imprenditore Giuseppe Rossetti a diversificare la sua attività e che già ha permesso allo storico marchio alsenese di superare la soglia dei 100 dipendenti. L’investimento è motivato anzitutto dalla mai sopita passione per i motori (Rossetti negli anni ’80 fu uno dei più forti gimkanisti di auto e moto a livello nazionale), ma anche l’amicizia e l’affetto per Giovanni Bardini - il fondatore dell’Aylmer scomparso nell’aprile 2020 -  hanno giocato un ruolo importante. «La Aylmer Motors è leader italiano nella ricambistica Land Rover. La storia di questa impresa meritava di proseguire - spiega Rossetti -.  Il 2020 e il 2021 sono stati però anni difficili a causa della pandemia e dei lock-down; la scomparsa di Giovanni ha fatto il resto. Negli ultimi anni la Aylmer era molto cresciuta grazie ad uno sviluppo esponenziale dell’e-commerce, ma non bastava. Ho deciso così di accoglierla nella grande famiglia ‘Rossetti Market’; questo ci permetterà di realizzare importanti sinergie con le nostre reti di vendita, implementando la collaborazione con i nostri fornitori del settore ‘ricambi auto’». I 10 giovani dipendenti specializzati dell’Aylmer (l’età media è intorno ai 40 anni) entrano così a far parte del gruppo Rossetti Market, pur conservando l’azienda lo stesso marchio e la sede. Al timone restano Simone e Francesco Piccinini, ai quali Bardini ha affidato l’impresa. «Giovanni è stato un vero re dei motori – ricorda  Rossetti – Sarebbe contento di vedere che la sua ‘creatura’ prosegue ed entra in una nuova fase della sua gloriosa storia».  «Oggi il magazzino ricambi della Aylmer Motors - spiega Simone Piccinini che insieme al fratello Francesco guida il team - è in grado di soddisfare in tempi brevissimi qualsiasi richiesta, fornendo un vasto assortimento di ricambi e accessori a prezzi estremamente competitivi, con spedizioni in tutta Italia anche grazie all’e-commerce». Una clientela consolidata e in crescita quella che si affida alla Aylmer composta da centinaia di land-roveristi, collezionisti, appassionati d’auto d’epoca. «La nuova prospettiva dell’Aylmer – sottolinea Rossetti - la vedrà impegnata su altri marchi inglesi, come la Jaguar. Vorremmo in breve tempo diventare anche un punto di riferimento della ricambistica per tutti gli amanti del fuori strada, comprendendo i più importanti marchi del settore». La Rossetti Market si sviluppa su una superficie di 15 mila metri quadrati, di cui 10 mila di superficie espositiva coperta, e raggiunge i 24 milioni di fatturato. Si aggiungono ora i mille metri quadrati del magazzino Aylmer Motors oltre ai nuovi 2.500 metri quadrati di ampliamento dell’attuale centro commerciale  previsti in costruzione nei prossimi mesi.

GIOVANNI BARDINI E LA SUA AZIENDA LEADER DEI RICAMBI

La “creatura“ dell’imprenditore pilota che fece fortuna tra Londra e Via Emilia

 

Giovanni Bardini, fondatore della Aylmer Motors, era nato a Busseto nel 1943. E’ scomparso nel 2020 all’età di 77 anni. Da giovanissimo la grande passione per i motori lo portò in Inghilterra. Fondò infatti la Aylmer Motors nella capitale britannica: la chiamò così perché si trovava in Aylmer Parade. Si specializzò nel commercio di ricambi e accessori per il marchio Land Rover. La Aylmer Motors approda in Italia nel 1977, inaugurando la sua prima sede a Fidenza. Bardini opera inizialmente soprattutto nel settore agonistico dei grandi raid-marathon. A tale scopo vengono approntati alcuni prototipi (equipaggiati con potenti propulsori V8 con cilindrate fino a 5.0 litri) realizzati con carrozzerie ultraleggere in kevlar, materiale all’epoca utilizzato solo in ambito aeronautico. Bardini in quegli anni è anche meccanico e pilota. Tra le principali gare effettuate ricordiamo, oltre alla Dakar del 1983, numerose competizioni in Islanda, Marocco, Algeria, Tunisia, Ungheria e Sardegna, dove Giovanni ottiene brillanti risultati, confermando la spiccata vocazione agonistica manifestata fin da ragazzo quando, poco più che ventenne, investì tutti i suoi risparmi per acquistare la mitica Abarth 1000.

Sul finire degli anni Ottanta la Aylmer Motors concentra la sua attività nella vendita dei ricambi e accessori, divenendo in pochi anni l’azienda leader nel mondo Land Rover. Nel 2000 Aylmer Motors si trasferisce nell’attuale sede di Alseno, in un contesto più ampio e funzionale. Bardini sarà affiancato negli ultimi anni, e fino alla sua scomparsa, dai nuovi soci Simone e Francesco Piccinini.